News Archive

Un dominio fatto con le faccine: ora è possibile

August 28, 2017

GoDaddy ha annunciato un motore di ricerca per la registrazione di domini basati sugli emoji. In realtà siamo ancora un po’ distanti da quella realtà, perché al momento, l‘unico dominio di primo livello a supportare gli emoji è “.ws” e non si sa quando e se gli altri domini supporteranno gli emoji (.it, .com, .org, ecc). L’obiettivo di GoDaddy è di rendere estremamente facile la registrazione dei domini con emoji che, con la rapida espansione del settore mobile, potrebbero diventare sempre più importanti per le aziende.

Riempire la barra indirizzi con una sfilza di cuori, o una serie di faccette divertenti, ora è possibile. Per realizzare tutto ciò, il browser utilizza un sistema chiamato punycoding per tradurre i simboli in una serie di lettere. A prescindere dalla scelta del browser di riferimento, di rendere palese questa traduzione simultanea o meno, il dominio in emoji funzionerà. E tanto basta, dice GoDaddy. L’impresa richiede già una buona dose di impegno, perché indirizzi contenenti un’unica faccina con gli occhi a cuore, o il braccio muscoloso, ma anche molti altri, sono già presi.

GoDaddy ripercorre brevemente i passaggi della storia che si sono susseguiti fino a qui: già nel 2001, tale Gregg ha registrato un .com preceduto da un pupazzetto di neve, e ancora non ha ancora nessuna intenzione di metterlo in vendita. Nel 2011 invece, Panic Software registra Poop.la, dove “poop” sta per l’emoji, diciamo, marrone. Nel 2015 è stato il turno dell’emoji ridente della Coca-Cola e poi di Norvegian Airlines.Quest’anno, GoDaddy ha sviluppato, nell’ambio di una hackaton interna all’azienda, il meccanismo capace di effettuare ricerche e registrazione di domini emoji.

News Archive

Discover Fiven

Managing
the Present.
Delivering
the Future.

Let’s build some
future together.

Contact us
Thank you! Your submission has been received!
Oops! Something went wrong while submitting the form.